KWS – Olio da rifiuti

Produzione di olio da rifiuti

La conversione di materie plastiche in olio corrisponde ad una separazione dei polimeri in monomeri detta depolimerizzazione. La trasformazione della plastica non è quindi una nuova procedura, ma vecchia come la fabbricazione di materie plastiche. In linea di principio, tutto ciò che era una volta a base di petrolio, viene riconvertito in olio. Tuttavia, la depolimerizzazione più comune brucia con simultanea ossidazione di idrocarburi. Ciò solleva una questione, perché utilizzare la plastica per produrre olio da utilizzare come combustibile, se è possibile bruciare la plastica senza questo passo intermedio e generando energia.oil

Le plastiche nei rifiuti sono di solito miscele di diverse componenti. Oltre a varie plastiche vi sono anche altre sostanze quali metalli, ceramica, carta, e oltre agli idrocarburi anche molti additivi come cloro, fluoro, bromo, zolfo e simili. In caso di combustione di queste plastiche, gran parte di questi additivi finisce nel gas di scarico ed è molto costoso rimuoverle: per evitare che il processo di combustione sia altamente tossico, questi materiali devono essere rimossi prima. Se il controllo delle emissioni non funziona correttamente, allora queste sostanze vengono immesse nell'ambiente.

Ben diverso è il processo di conversione in olio delle materie plastiche. I problemi legati alle impurità e gli additivi possono, in questo metodo, essere rimossi durante l'elaborazione nel convertitore o dal prodotto liquido, ed è facile capire che la pulizia della fase liquida è molto più semplice di quella di un flusso di scarico gassoso caldo.

Se durante la pulizia del prodotto liquido di lubrificazione qualcosa non dovesse funzionare correttamente, il processo può essere ripetuto facilmente, senza che gli inquinanti finiscano nell'ambiente: questo è un grande vantaggio della lubrificazione nei confronti della combustione.

Rispetto alla combustione, la conversione delle materie plastiche in olio ha numerosi vantaggi:

  1. Con la trasformazione in olio avremo un prodotto facile da trasportare e stoccare, abbattendo contemporaneamente la carica inquinante dei rifiuti;
  2. Il Prodotto è molto versatile sia come combustibile che come materia prima nell'industria chimica;
  3. La pulizia dell'olio prodotto può essere realizzata in fase liquida e ripetuto eliminando gli inquinanti e le impurezze presenti;
  4. La trasformazione in olio è economicamente interessante anche in piccole unità e quindi molto adatto per piccoli sistemi decentralizzati;
  5. Il funzionamento del nostro impianto è molto più facile che il funzionamento di un inceneritore: il processo può essere molto breve, può essere spento ed è molto facile da usare;
  6. La capacità di stoccaggio del prodotto è molto buona, ed in questo modo è possibile operare quando occorre alle centrali elettriche, per esempio quando hanno un carico di punta. Per questo motivo queste centrali sono un'ottima aggiunta alle centrali eoliche e agli impianti fotovoltaici;
  7. Per tutte le ragioni di cui sopra, tali impianti sono ideali anche per i cosiddetti mercati emergenti, e quindi come una tecnologia da esportare.

I rifiuti riciclabili e convertibili includono:

  • Materie plastiche di ogni tipo;
  • Gomma e pneumatici;
  • Oli, cere, grassi di ogni genere, oli di trasformazione, oli idraulici;
  • Residui di raffineria, bitume, catrame;
  • Materie prime vegetali, scarti di legno, truciolati, pannelli impregnati dei mobili, carta, residui di potature, scarti di segheria, traversine ferroviarie, etc.;
  • Rifiuti ospedalieri che saranno completamente sterilizzati durante il processo di conversione;
  • Rifiuti organici ed indifferenziati.

Esempi:

Recycling  ... an illusion?

Rifiuti:

Materiali in ingresso: circa 136 kg;

Materiali in uscita: 79 kg di petrolio greggio, 44 kg di residui, 13 kg di gas;

scarti_gomma
Gomma:

Materiali in ingresso: : circa 250 kg;

Materiali in uscita: 190 kg di petrolio greggio, 40 Kg di residui, 20 kg di gas;

oca

Piuma di papera:

Materiali in ingresso: circa 300 kg;

Materiali in uscita: 240 kg di petrolio greggio, 30 kg di residui, 30 kg di gas;

 

elettronici

Rifiuti elettronici:

Materiali in ingresso: circa 70 kg;

Materiali in uscita: 24 kg di petrolio greggio, 16 kg di metallo, 23 kg di carbonio, 7 kg di gas.

Impatto ambientale

L'impianto funziona senza pressione, con un sistema che genera un piccolo vuoto: è per questo che il funzionamento dell’impianto ha basse emissioni.

Alcune emissioni possono verificarsi in piccola parte nel riempimento o svuotamento del convertitore, ma comunque per tempi brevissimi. I gas non condensabili vengono bruciati direttamente in un impianto CHP o da un motore a gas separato.

Per motivi di sicurezza devono essere presenti sia un generatore che un motore di riserva. Un guasto dei condensatori è molto difficile, in quanto sono raffreddati direttamente ad aria.

Anche i prodotti finiti sono liquidi a temperatura ambiente minimizzando così i rischi di inquinamento ambientale. Altri gas possono essere utilizzati immediatamente in un impianto di cogenerazione per la produzione di energia. Per questo motivo non è necessario e conveniente dotare i condensatori di un raffreddamento speciale. Ci sono delle emissioni causate dal funzionamento del CHP (durante la combustione dei gas non condensabili) ma questo non avviene nel processo di trasformazione in olio.

Ingombri dell'impianto e dell'area di manovra

Un convertitore richiede circa 40 mq compresa l'area di carico/scarico e l'area per la manutenzione. Un condensatore occupa un area di circa 40 mq e lo stesso vale per il trattamento del prodotto. Poiché almeno 4 convertitori sono collegati ad un condensatore ed al contenitore dei rifiuti, le dimensioni indicative sono:

  • Convertitore: 4x40 = 160 mq;
  • Condensatore: 40 mq;
  • Prodotti: 25 mq;
  • Area carico/scarico: 25 mq;
  • Totale: 250 mq.

La struttura che ospita il sistema deve avere un'altezza minima di 6 m in modo da poter facilmente riempire e svuotare il convertitore. Un montacarichi sopra l'impianto è ideale.

 Per ulteriori informazioni contattaci.